Frutta fresca: tutti i benefici

Soprattutto con l’estate ormai entrata nel vivo, ma anche durante tutto il resto dell’anno, la frutta fresca rappresenta senza dubbio un alimento completo che può offrire al nostro organismo i principi e le sostanze benefiche di cui ha bisogno.
Nono è un caso, infatti, che i frutti siano tra i più consumati, sia che si parli di fine pasto che di vero e proprio spuntino a metà mattina o metà pomeriggio.
Per comprendere meglio quanto appena detto, è fondamentale andare però ad analizzare quelli che sono i benefici effettivi che garantisce un alimento di questo tipo.

Vitamine, ma non solo

La prima cosa che viene in mente quando si parla di frutta fresca sono inevitabilmente le vitamine che essa contiene.
Tuttavia, nonostante sia risaputo che i frutti in generale rappresentano un’incredibile fonte di vitamine, non bisogna dimenticare che i valori nutrizionali che presentano sono molto variegati.
La frutta infatti apporta grosse quantità d’acqua la quale contribuisce a contrastare la disidratazione, soprattutto in estate. Anche da un punto di vista energetico essa apporta un quantitativo di calorie molto equilibrato che può variare naturalmente da frutto a frutto. Infine, ma non per importanza, anche l’apporto di fibra alimentare solubile la quale aiuta a mantenere una condizione di salute intestinale.

Come consumarla al meglio

La frutta fresca può essere consumata in vari modi tutti equamente validi. Può essere consumata, ad esempio, nel modo più classico o realizzando simpatiche macedonie al fine di unire diversi tipi di frutta diverse.
Una valida alternativa, però, è costituita dai succhi di frutta, gustose bevande da consumare in ogni momento della giornata. Tra questi uno dei migliori è senza dubbio il succo di melograno, facilmente realizzabile tramite un apposito spremi melograno (che potete trovare su questo utilissimo sito: www.spremimelograno.net), bevanda caratterizzata da un sapore molto particolare e dalla consistenza vellutata e rinfrescante apprezzata in ogni periodo dell’anno.

Animelle al marsala

Tra i patti per così dire “particolari”, uno dei più apprezzati a Roma sono le animelle al marsala. Questa ricetta è facile da eseguire ed è un piatto perfetto per stupire parenti e amici invitati alla vostra tavola.

Come saprete lanimella è la ghiandola situata nel collo dei giovani bovini, la quale scompare in maniera graduale durante la crescita. Nel Lazio tuttavia questo termine è utilizzato anche per indicare il pancreas e le altre frattaglie. Nella ricetta di oggi parliamo della ghiandola, bianca e spugnosa dal sapore simile al latte.

Non è facile da reperire in commercio ma se riuscite ad acquistarlo sappiate che il valore nutrizionale è molto alto. A livello culinario può essere al centro di molte ricette. Il suo sapore delicato viene esaltato dal marsala. Oggi vi spiegherò come fare questo piatto semplice e gustoso.

Ingredienti

-Cipolla tritata
-Olio di strutto q.b
-Animelle (650 grammi)
-Prosciutto crudo (80 grammi)
-1/2 bicchierino di marsala
-Olio extravergine di oliva q.b
-Sale e pepe q.b

Il tempo di preparazione è circa 10 minuti, la fase di pulizia e di preparazione richiede 40 minuti circa. Le quantità indicate sono per 4 porzioni. E una ricetta economica e facile da eseguire, lunico problema, come accennato prima, è quello della difficile reperibilità delle animelle.

Procedimento

Pulite per bene le vostre animelle. Non è molto facile. Dovete metterle a bagno in acqua bollente e cambiarla ogni 15 minuti. Successivamente passatele in acqua fredda così da riuscire a rimuovere senza troppe difficoltà la pellicola superficiale, la quale altrimenti sarebbe difficile da togliere. Sotto troverete i bocconcini bianchissimi.
Prendete una casseruola e metteteci dentro dellolio, potete scegliere tra quello doliva o di strutto. Fate soffriggervi dentro la cipolla tritata precedentemente preparata. Aggiungete il prosciutto crudo tagliato.
Dopo un minuto inserite le animelle precedentemente tagliate a fettine, conditele con il pepe e il sale in base al vostro gusto.
Lasciate cucinare a fuoco moderato, avendo cura di chiudere la casseruola con il coperchio. Necessitano circa 10 minuti di cottura. Aggiungete a metà cottura il marsala e una o due volte nellultima fase lacqua calda.
Preparate a parte il burro sciolto, quando mettete le animelle al marsala nel piatto da porzione versatelo sopra e servitelo subito!

Proprietà alimentari

Tra i principali alimenti presenti nella ricetta animelle al marsala troviamo: cipolla, animelle, prosciutto crudo, marsala e olio doliva oltre che sale e spezie.

Animelle: i benefici per il corpo non sono noti, tuttavia è una frattaglia ricca di sostanze nutritive, tra cui: grassi, proteine e sodio. Cè da dire che sono particolarmente ricche di colesterolo (233 mg ogni 100 grammi), per questo motivo è bene consumarle solo occasionalmente.

Cipolla: oltre a dare sapore al piatto, la cipolla depura lorganismo favorendo leliminazione dei parassiti. Facilita levacuazione e migliora la dilatazione dei vasi sanguigni. Consigliata a chi soffre di ritenzione idrica.

Olio di oliva: A contrastare le grandi quantità di colesterolo nelle animelle arriva lolio di oliva, il quale, grazie alla presenza di grassi mono insaturi tiene a bada il colesterolo alto e i problemi cardiovascolari. Aiuta il corpo a difendersi meglio dalle infezioni, collabora con altri alimenti nella prevenzione dei tumori e regola le funzioni gastro-intestinali.